Gli hater ti tirano mattoni; immagine di mattoni da coistruzione

Mattoni

Gli hater ti tirano mattoni; immagine di mattoni da coistruzione
mattoni da costruzione

Haters

logo di italianOpera

Non ha importanza sapere quel che pubblichi, quello che fai, cosa hai detto o scritto o fatto negli ultimi cinque minuti, o magari tre anni or sono. Basta che tu faccia qualcosa nel tuo campo lavorativo, o nella sfera privata. Ed è sufficiente tu abbia programmato d’andare in palestra, che abbia deciso d’avere o di non avere dei figli, che a te o a tua moglie piaccia viaggiare ogni anno nel posto più meraviglioso tu possa immaginare. Potresti aver scritto un libro di successo, oppure ti capita nell’ultimo periodo d’essere felice e di volerlo comunicare agli altri.E cosa c’entrano allora i mattoni?

Per un motivo o per un altro, non importa quale, c’è sempre qualcuno pronto a farti fuori! Ti sminuisce, ti compatisce per quello che fai o hai fatto, proiettando su di te tutte le sue insicurezze, i grattacapi che lo attanagliano.

Sino all’altro giorno ha tentato di tutto pur di farsi notare, e non c’è mai riuscito. Com’è possibile? Vorrebbe essere felice da una vita, e c’è qualcosa che non va. SEMPRE. Si sente vecchio, fallito, inadeguato. Lavora in un ambiente frustrante.

E adesso arrivi tu. Lui/lei non riesce a capire come tu possa riscuotere del successo senza aver pagato, senza aver fatto anticamera, senza aver sofferto le prepotenze dei superiori, dei colleghi, degli avversari. La sua vita è un fallimento e la tua no. Impossibile! penserà tra sè e sè.

Che resta da fare? Impegnarsi in qualche soluzione costruttiva, rimboccarsi le maniche, prendere le difficoltà di petto e considerarle delle opportunità per crescere e rendere il mondo migliore. Tanto c’è posto per tutti, e più si sta bene e si dialoga (due intelligenze a confronto) tanto meglio è. 
Macché! Ti piglia di mira, e da quel momento non vive che per te, attraverso te, con te, per distruggerti, abbatterti, rovinarti.

Ecco, quello è l’hater, ma non prenderlo come una disgrazia che t’è capitata tra capo e collo. Anzi, è un’opportunità, più per te che per l’hater.

Mattoni da costruzione

Pensala piuttosto così: Con tutti i mattoni che m’hanno tirato addosso ho costruito un impero!

Mozart La Caduta Degli Dei, la biografia più amata, più odiata, più recensita, della quale tutti parlano.

Articolo precedente:
cyberbullismo all’università

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *