Fake news

Mozart la caduta degli dei non è un libro autoprodotto, come sta circolando nelle fake news e neppure parla del caso Luchesi. Queste notizie sono bufale.

  1. il libro non è autoprodotto, c’è un contratto in essere tra l’editore e gli autori che non hanno versato un euro per Mozart la caduta degli dei, volume primo e volume secondo. L’editore è Youcanprint e nel contratto risulta editore a tutti gli effetti.
  2. i libri non parlano del caso Luchesi, né gli autori fanno attribuzione a Luchesi di musica di Mozart.

La parola ai lettori

Riccardo S.
Gentilissimi, ho comprato il libro e vi scrivo per dirvi che mi è piaciuto molto, letto e divorato in tre giorni, grazie ad una scrittura – passatemi il termine – amica. Ho trovato conferma di tutti quei sospetti avuti durante gli studi di conservatorio, leggendo le stupidaggini sulla infondata supremazia della musica strumentale tedesca, notando l’oblio di tanti autori – rimanendo in Italia penso al ‘700 veneto o napoletano – sbrigativamente relegati al ruolo di comprimari non chiamandosi Vivaldi o Scarlatti. In effetti, più che ridimensionare la figura di Mozart, avete reso giustizia (e penso non sia finita qui) ai tanti autori e autrici depredati del loro genio. Insomma, ghost-writer prima del tempo, disgrazia toccata fino al nostro Castelnuovo Tedesco. Ho pensato al nostro Rossini, alle sue lettere e alla sua misconosciuta produzione pianistica quasi sconfinata e tuttora in corso di riordino, oppure alla clamorosa vicenda Gnecchi che non ha ancora avuto una giusta conclusione. Aspetto il secondo volume.